Pratica Clinica Online


A cura di

  • Renato Pasquali
  • Carla Giordano
  • Paola Fierabracci
  • Direzione Scientifica de l'Endocrinologo
  • Segretaria di redazione online Raffaella Menconi


 
  • 18 ott 2016

    Pratica Clinica
    I marcatori neuroendocrini nella pratica clinica: utilità e limite.
    Nicole Brighi, Guido Biasco, Davide Campana
    I tumori neuroendocrini (NET) sintetizzano e secernono vari peptidi che possono essere utilizzati come biomarkers. Questi vengono suddivisi in due gruppi: quelli “generali”, comuni a tutte le neoplasie neuroendocrine, quali la Cromogranina A (CgA) e la Enolasi neurone-specifica (NSE) e quelli “specifici” dei singoli tumori comprendenti gli ormoni che le cellule sono in grado di produrre.

    LEGGI TUTTO
     

  • 08 ott 2016

    Pratica Clinica
    Valutazione delle Abitudini Alimentari
    Valeria del Balzo, Silvia Savastano
    Lo stato di nutrizione di un individuo o di una popolazione è espressione delle abitudini alimentari, dello stile di vita e della risposta dell’organismo. L’adeguatezza della dieta è prerequisito essenziale per il mantenimento dello stato di salute.

    LEGGI TUTTO
     

  • 28 set 2016

    Pratica Clinica
    Valutazione del Dispendio Energetico
    Emanuela A. Greco, Alessandro Pinto
    Il dispendio energetico totale (DET) (kcal/die, kJ/die) è la quota di energia (E) che un organismo spende nell’unità di tempo (24 ore) per il mantenimento delle proprie caratteristiche strutturali e funzionali e per l’attività fisica (AF). Una quota ulteriore di E dev’essere aggiunta in età evolutiva, gravidanza, allattamento o in caso di malattia. Il DET indica il fabbisogno di E che dev’essere introdotta con la dieta per soddisfare il bilancio energetico.

    LEGGI TUTTO
     

  • 14 set 2016

    Pratica Clinica
    Metformina: suo impiego nelle condizioni di insulinoresistenza
    Paolo Moghetti
    La metformina ha un uso consolidato nel diabete tipo 2, per l’effetto insulinosensibilizzante e per l’evidenza di benefici che vanno oltre l’azione ipoglicemizzante. La tab. 1 ne riassume le modalità di utilizzo pratico. L’effetto sull’azione insulinica si esplica prevalentemente a livello epatico. Il termine insulinosensibilizzante indica comunque solo parte degli effetti di questa molecola (tab. 2). In effetti, le nostre conoscenze sui suoi meccanismi d’azione sono ancora sorprendentemente lacunose. Recenti dati indicano che la metformina ha effetti importanti a livello intestinale e sono in fase di sperimentazione formulazioni finalizzate a privilegiare tali azioni.

    LEGGI TUTTO
     

  • 19 lug 2016

    Pratica Clinica
    Ricadute a due anni dall'immissione in commercio della levotiroxina generica
    Laura Paone, Marco Cappa
    UOC Endocrinologia e Diabetologia , Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, IRCCS- Roma

    Dal mese di novembre 2013 è stato introdotto in commercio il farmaco generico levotiroxina sodica (LT4), con la raccomandazione da parte di AIFA, di controllare i valori di TSH e FT4 dopo 4-6 settimane dall'eventuale sostituzione del prodotto a base di LT4 sodica con un altro.

    LEGGI TUTTO
     

  • 29 giu 2016

    Pratica Clinica
    Effetti collaterali della deprivazione androgenica: strategie terapeutiche
    Antonio Aversa1 e Giovanni Corona2
    1Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica, Università di Catanzaro Magna Graecia
    2Unità di Endocrinologia, Ospedale Maggiore-Bellaria, Bologna, ITALIA

    In considerazione dell’androgeno-dipendenza delle cellule prostatiche, la terapia di blocco androgenico (ADT), rappresenta la prima scelta nel paziente con tumore prostatico (TP) localmente avanzato o metastatico, migliorando la sopravvivenza e il periodo libero da malattia

    LEGGI TUTTO
     

  • 16 giu 2016

    Pratica Clinica
    Terapia della eiaculazione precoce
    Andrea Sansone, Francesco Pallotti, Francesco Romanelli, Francesco Lombardo
    Dipartimento di Medicina Sperimentale, “Sapienza” Università di Roma

    L’eiaculazione precoce (EP) è il più frequente disturbo sessuale riferito nel maschio, ed è a tutti gli effetti un sintomo auto-identificato, auto-riportato e auto-valutato da chi ne soffre.

    LEGGI TUTTO
     

  • 06 giu 2016

    Pratica Clinica
    MODY: quando diagnosticarlo
    Laura Bertoccini e Marco Giorgio Baroni
    Sezione di Endocrinologia, Dipartimento di Medicina Sperimentale Sapienza Università di Roma
    Il termine MODY (maturity-onset diabetes of the young) indica una forma di diabete monogenico caratterizzato da insorgenza precoce, trasmissione autosomica dominante e alterazione della funzione beta cellulare.

    LEGGI TUTTO
     

  • 23 mag 2016

    Pratica Clinica
    Ginecomastia, non solo un problema di estetica.
    Alfredo Pontecorvi, Pietro Locantore
    UOC Endocrinologia – Policlinico Gemelli - Università Cattolica del Sacro Cuore - Roma
    La ginecomastia è caratterizzata da un aumento di volume della ghiandola mammaria nel sesso maschile. Questa condizione può essere fisiologica (nascita, infanzia e/o adolescenza, per un’aumentata produzione di ormoni steroidei sessuali) ed in molti casi rappresenta un fenomeno autolimitantesi e che regredisce spontaneamente, senza necessità di terapia.

    LEGGI TUTTO
     

  • 10 apr 2016

    Pratica Clinica

    Irsutismo: iter diagnostico
    M.G. Deiana1*, L. Proietti Pannunzi1*, A. Lo Preiato1, V. Toscano1-2
    Si definisce irsutismo la presenza nella donna di eccessivi peli terminali a disposizione maschile. Le cause principali sono: PCOS ( sindrome dell’ovaio policistico) (70% dei casi), irsutismo idiopatico, NCCAH (Congenital adrenal hyperplasia - non-classical form) e i tumori androgeno secernenti. Una corretta raccolta anamnestica è fondamentale nel guidare il medico verso la diagnosi più corretta.


    LEGGI TUTTO
     


 
 
Copyright © 2017 | SICS S.r.l. - Viale Zara 129/A - 20159 MI - Partita IVA: 07639150965